Se finalmente mi decidessi a scaricare questa violenza repressa saprei da dove cominciare. Non è una constatazione da poco, direi. La vita va organizzata con cura. E soprattutto la morte. Degli altri. Delle altre.

Proseguono le (dis)avventure di Chris e compagnia, nel gelo dell’inverno padano. Il secondo capitolo (Dicembre) di Uziversitari è pronto su Wattpad. Lungo quasi il doppio del precedente, prosegue la descrizione della relazione fra Angelica e il protagonista, mostrandoli intenti negli acquisti dei regali di Natale, in libreria, uno dei luoghi preferiti di Chris,

Tra i libri mi trovo a mio agio, so come muovermi, so che cosa evitare (le copertine ad aerografo con abbracci di amanti, soprattutto)

ma introduce anche un altro degli elementi portanti della trama, la malattia di Anna.

Il mondo di Anna, autoreferenziale e fragile come un costrutto letterario d’avanguardia, non permette uscite d’emergenza verso l’esterno. Qualsiasi informazione proveniente dagli altri mondi entra in collisione con le precarie fondamenta del suo, che ogni volta rischia di sfaldarsi e crollare. Le persone come lei devono essere trattate con il massimo tatto. No, «tatto» non è la parola giusta. «Levità», ecco cosa serve. Come se si toccassero fiori essiccati.

Incomincia anche un altro tormentone che si snoderà da qui a Luglio (in maiuscolo per distinguerlo il capitolo del libro dal mese; l’attesa di vedere come va a finire durerà molto meno...): la stesura e discussione della tesi. Entra in scena Valvassore, il chiarissimo professore:

Perennemente impegnato nell’organizzazione di congressi sulla linguistica applicata, sospettosamente concomitanti in tempo e luogo con gare automobilistiche, Valvassore ha la stessa agenda del Presidente della Repubblica, o almeno così vorrebbe. Per essere più credibile s’è comprato un organizer in pelle grande quanto la Guida Monaci.

Un ringraziamento cumulativo a chi mi ha inviato complimenti e incoraggiamenti su Facebook. Se qualcuno volesse entrare invece nello specifico della scrittura, ricordo che Wattpad consente di collegare i commenti a punti specifici del testo.

Ci risentiamo martedì prossimo (o magari prima) con il terzo capitolo. Per non dimenticarvene potete iscrivervi alla mailing list.

Prossimo articolo Articolo precedente