«Su, che siamo arrivati.» Paolo ha ragione, l’ultimo tornante e poi un immenso e spaventoso abbraccio di cemento incastrato in mezzo a due monti i cui crinali convergono come gambe aperte: la diga.

Ci siamo quasi. La fine è vicina. Nell’ottavo e penultimo capitolo (“Giugno 1997”) si verifica un evento chiave della vicenda, un episodio che, se ne avessi avuto il fegato, sarebbe stato perfetto per descrivere una carneficina, un bel bagno di sangue. Ma, come Chris, anch’io non sono serio e... niente, chi leggerà, vedrà. È il capitolo della violenza, questo sì posso anticiparlo.

Il capitolo è pronto su Wattpad ed è lungo più del solito (come quello di Dicembre). Ve lo dico se volevate leggerlo sulla metro, fatevi i vostri conti se le fermate sono sufficienti.

È anche il capitolo del regalo tanto desiderato, che Chris scarta con gioia e poi nasconde...

Rimetto tutto a posto, doviziosamente, risigillando il pacco con due giri di nastro adesivo e infilando il tutto in fondo al cassetto dei calzini. Un ultimo passo e cominciano i giochi. Calmo un attacco d’ansia (o d’euforia?) e poi cerco il numero di Fabio sull’agendina.

...e poiché è il capitolo della violenza, non poteva che chiudersi con un incontro epocale, Holyfield-Tyson, sì, quello del morso...

«Come si fa a guardare due che si picchiano a sangue?» «Se è per questo», rincara Paolo, «uno dei due ha appena morso via un pezzo di orecchio all’altro…» «Stai scherzando, no?» «Veramente lo stiamo vedendo solo per questo…»

L’ultimo (rullo di tamburi) capitolo sarà online il 23 marzo. Fate ancora in tempo ad iscrivervi alla mailing list per ricevere un avviso. Dopo l’ultimo capitolo, una sorpresa.

Prossimo articolo Articolo precedente